JOHANNA FINOCCHIARO - Poeti Emozionali

Title
Vai ai contenuti
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Johanna Finocchiaro
Johanna Finocchiaro

Johanna ha 30 anni e non li dimostra. Troppo vivace, troppo sensibile, troppo sognatrice, troppo insofferente per adeguarsi all’età adulta, uno sforzo che rimanda a data da definirsi.
Dopo aver studiato e insegnato lingue (ama pensarle come ponti che gettino le basi tra esseri umani), inizia a lavorare nella sicurezza e nell’accoglienza.  
Eterna curiosa, ama leggere, viaggiare, parlare, la musica e l’arte.
Spirito solitario all’occorrenza, si dedica da sempre alla scrittura, suo naturale ed impellente bisogno quanto suo indiscusso “padrone”. La poesia la sceglie e la rappresenta. Un mondo d’infiniti significati nascosti, che vuole scoprire uno ad uno ed offrire, dal suo personale punto d’osservazione, al lettore. Riceve alcuni riconoscimenti nazionali, partecipa ad una raccolta lirica corale e pubblica un e-book.
Fa parte della corrente letteraria dei “poeti emozionali”, nata a Torino nel giugno 2020.
Amici pochi, malinconica, felicemente zia, terribilmente insicura, leale, caparbia. Innamorata.
Stralci di poesia dell'autore
La luna è velata
Nuvole nere ne corrono i confini
Non più sfera, non più luna
Mi sporgo audace e attratta
La tocco e lei si sposta
(....)


Trema trema trema,
nel caldo cocente dei poli,
E scopri scopri scopri
la carne gelata del cuore, bocca di vulcano quieto
(....)








Fronde.<br />Declamazione di Domenico Garofalo

L'acqua che scorre.<br />Declamazione di Brigida Liparoti
Pubblicazioni
Tracce
Tracce

L’uomo fugge da sempre a se stesso, alla sua stessa presa, particolarmente a quella della ragione; dei suoi percorsi non possiamo, ormai, che seguirne soltanto le tracce… Le opere raccolte in questa collana poetica diventano tracciati concreti che affiorano nell’incanto fonico o si rapprendono nel dispotismo ritmico-musicale; tensione e grido strappati alla sintassi in microcosmi semantici, con la leggerezza di una foglia nel brusio dell’esistenza. Sono forme inspiegabili che alludono – senza raccontare – ad un passato smarrito e lasciano traccia indelebile. Ideogrammi sconosciuti sciolgono o imprigionano il lettore in un enigma che ci ricorda, parafrasando Ungaretti, che “La poesia è quel lampo che fa sentire nell’uomo – nel suo perire – la verità del suo essere immortale”.

Edizioni Pagine, 2020.
Acquistabile presso Amazon
Clic

Una silloge lirica intensa, completamente nuda, disarmante, onesta; attraversa ogni momento della vita e delle esperienze vissute e le ritrasmette, specchiate e riflesse dalla mia anima a quella del lettore.
Impossibile descrivere la magia del linguaggio poetico. L'unico sentiero percorribile è quello di lasciarvisi trascinare dentro. Spero la amiate quanto me.

Acquistabile su Amazon e  IBS.IT
L'Erudita edizioni, 2020.

Copyright 2020 - le immagini e i testi di queste pagine sono sottoposte a diritto d'autore, è vietata la riproduzione (anche parziale) senza il permesso dell'autore. Sito internet realizzato da  Antonio Corona.
Torna ai contenuti